loto_rosa

Rallentare per ritrovare se stessi

folder_openCOACHING
rallentare per ritrovare se stessi

Avete presente quella sensazione in cui non riuscite a capire esattamente quale direzione sta prendendo la vostra vita e che qualcosa vi stia sfuggendo di mano?

Ecco, in questo periodo la mia sensazione è proprio questa: ho fatto delle scelte che mi hanno portata ad essere quella che sono oggi, e questo mi rende orgogliosa, ma negli ultimi tempi mi sento sempre più disconnessa, come se andassi avanti per inerzia.

Inserisco la modalità pilota automatico a partire dal mattino, travolta dal lavoro e dai mille impegni, perdendo poco a poco il senso e i valori che fanno davvero parte dell’essere me stessa.

Negli ultimi dieci giorni ho incontrato almeno quattro persone che mi hanno chiesto come mai non scrivo più. Mi fermo a pensare e quasi non riesco a darmi una risposta. Forse stavo aspettando la grande svolta, una notizia grandiosa che risvegliasse il mio torpore provocato dalla routine quotidiana ma poi ho capito che nessun grande evento mi avrebbe dato la spinta che cercavo.

Potrei dire che non ho avuto tempo ma la verità è che ho scelto di utilizzare quel tempo per fare qualcos’altro. Qualcosa che, me ne rendo conto solamente ora, non è stato produttivo e non mi ha dato soddisfazione. Ho sprecato le mie energie perdendo minuti e ore ad affannarmi dietro ad altre cose che mi hanno fatta correre, stancare ma non mi hanno lasciato una vibrazione positiva

Dovevo semplicemente ricordarmi di rallentare.

Rallentare per fare un passo indietro

Ed ecco il primo segreto: allontanatevi da tutto ciò che vi fa perdere tempo ed energie. Ore spese sui social network, persone che non danno un reale valore alla vostra vita, pettegolezzi e chiacchiere inutili, lamentele.

Tutto questo occuperà la vostra mente sottraendovi il tempo per realizzare ciò che per voi conta davvero e vi farà sentire bene. In questi ultimi mesi mi è sembrato di correre contemporaneamente verso tante mete ma non sono riuscita ad ottenere nulla di concreto e il risultato è stata un’inutile dispersione di energie. Mi sembrava di andare avanti ma, per ricominciare e ritrovare me stessa, avevo bisogno di rallentare per fare un passo indietro: guardare tutto con distacco per scegliere con calma e consapevolezza i prossimi passi.

Per farlo ho iniziato col definire i miei prossimi obiettivi.

Focalizzarsi sui propri obiettivi

Per non lasciarsi trascinare dagli eventi, e soprattutto dai propri pensieri, è fondamentale darsi degli obiettivi. Forse per qualcuno non sarà così indispensabile ma per quanto mi riguarda, da persona metodica e organizzatrice quale sono, non posso fare a meno di pianificare

Questo non significa che io non accetti gli imprevisti ma avere una linea guida sempre sotto mano è un modo per ricordarmi dove sto andando e cosa voglio veramente.

Mettere nero su bianco gli step che voglio raggiungere mi serve come promemoria in quei momenti dove mi sembra tutto poco chiaro. Senza contare che la mia mente ha la pessima abitudine di divagare e sognare anche nei momenti peggiori e questo mi porta spesso a formulare idee che al momento sembrano geniali ma potrebbero rivelarsi davvero poco intelligenti col senno del poi.

Il coraggio di ricominciare

In qualsiasi momento siate del vostro percorso ho un solo consiglio da darvi: non sentitevi mai dei falliti. Svalutarsi non farà che farvi sentire ancora peggio e vi renderà davvero poco valevoli anche agli occhi delle persone.

Se vi sentite tristi gli altri vi vedranno tristi. Se vi sentite brutti gli altri vi vedranno brutti. Se vi sentite dei falliti verrete percepiti come tali. Cercate di non creare mai questa situazione spiacevole e, se ci siete già dentro, trovate il coraggio di ricominciare.

Tutti possono sbagliare, attraversare un periodo brutto, sentirsi giù ma questo non vuol dire che debba essere sempre così.

Per ricominciare deve partire tutto da voi stessi. Non aspettate l’aiuto di qualcuno, la promozione che non arriva, i colleghi che per incanto iniziano a trattarvi con rispetto. Scegliete di iniziare per primi ad essere migliori, così tanto migliori da contagiare gli altri.

Perché avete il diritto di sentirvi felici e per esserlo dovete fare tabula rasa, tenere solo il meglio e ricominciare da zero.

Ritrovare se stessi

Partite da ciò che amate davvero, quella cosa per cui vi batte il cuore ogni volta che ci pensate. La motivazione può darvela una persona a cui tenete oppure un obiettivo, una missione che sentite di avere.

Cosa conta davvero per voi? Pensate ai vostri valori, a cosa vorreste costruire e ricostruire sul vostro campo vuoto ma ancora fertile. 

Innamoratevi di voi stessi, delle vostre qualità anche se pensate di non averne. Ritrovate il bambino interiore dentro di voi, fatelo giocare, dategli dei sogni perché ora avete la possibilità di riportarlo nel momento presente per aiutarvi a realizzare la vostra vita.

Non rimandate continuando a disperdere energie in altro che poco conta per voi. Non perdete tempo. Regalatevi il diritto di dedicare lunghi minuti a pensare, pianificare ed eliminare dalla vostra vita tutto ciò che non vi serve davvero.

Non regalate energie inutili, vi serviranno per costruire la vostra forza. Parlate di meno e agite di più, anche solo per fare un piccolo passo alla volta.

Vi auguro una nuova settimana produttiva fatta di tempo per rallentare e ritrovare voi stessi ❤

Related Posts

loto_rosa
Menu