loto_rosa

Perché l’intelligenza corporea è la tua più preziosa alleata?

folder_openCOACHING
commentNessun commento
intelligenza corporea

Quante volte abbiamo sentito dire che una determinata postura influenza il nostro modo di affrontare una certa situazione? Fronteggiare situazioni ma non solo: anche provare alcune sensazioni fisiche può farci rivivere episodi e addirittura emozioni legate al passato. Questo fenomeno, completamente automatico che avviene ogni istante nel nostro cervello, può essere definito intelligenza corporea. La buona notizia è che, prendendo consapevolezza di questo meccanismo, possiamo agire influenzando i nostri atteggiamenti, le nostre decisioni e le decisioni degli altri. Come?

Partiamo dal fatto che ogni nostro gesto è in grado di influenzare il nostro stato d’animo e di conseguenza il modo in cui reagiamo agli stimoli che provengono dal nostro interno e dall’esterno. Quante volte ti avranno detto di fare un sorriso durante un momento di tristezza? Hai mai provato? Se non l’hai mai fatto prova in questo preciso istante, mentre stai leggendo. Cosa hai notato?

Anche se eri sintonizzata su un’emozione completamente differente il solo gesto di sorridere ha portato in te, in modo più o meno marcato, un cambiamento. Il sorriso è contagioso: più sorridi e più sarai felice solamente grazie ai muscoli facciali in grado di rilassare il volto. E questo è solo un piccolo esempio.

L’INTELLIGENZA EMOTIVA NEL RAPPORTO TRA MOVIMENTO E ALIMENTAZIONE

Ad esempio la contrazione muscolare ci ricorda che abbiamo un corpo sano e in forma e ci può essere d’aiuto durante quei momenti in cui vogliamo concederci l’ennesimo sgarro a base di junk food. Prova a contrarre gli addominali con un esercizio mirato, fai una corsa o soli cinque minuti di sollevamento pesi e la voglia sparirà. Questo perché il movimento fisico ci rende più consapevoli del nostro corpo e il benessere che deriva dall’attività motoria ci ricorda che è possibile gratificarci in modo naturale. Semplicemente sviluppando endorfine e senza ricorrere a surrogati alimentari che ci farebbero sentire solamente in colpa.

Si pensa inoltre che i movimenti fluidi stimolino la creatività. Ecco perché le discipline come la danza, le arti marziali, il pilates, il pattinaggio artistico, il nuoto e molti altri sport allenano non solo il nostro fisico ma anche la mente, che sarà reattiva, pronta ad accogliere nuovi stimoli e trovare soluzioni.

Se vuoi approfondire il rapporto tra sport e intelligenza emotiva leggi anche Consapevolezza corporea e movimento

INTELLIGENZA CORPOREA E PERCEZIONE

Lo sapevi che posizionare gli oggetti ad altezze diverse, quindi più in alto o più in basso rispetto ai nostri occhi, ce li fa percepire in modo positivo o negativo? Tutto ciò che viene posizionato al di sopra del campo visivo a livello dei nostri occhi viene associato inconsapevolmente ad un maggior valore. Questo è un trucchetto che utilizzano anche nei supermercati, piazzando davanti ai nostri occhi tutti quei prodotti che vogliono spingere all’acquisto e che noi, per comodità e per percezione, tenderemo a comprare con maggiore facilità.

Questa valutazione inconscia viene messa in atto non solo con gli oggetti ma anche con le persone: durante un’assemblea o una riunione, chi occupa posizioni sopraelevate viene automaticamente percepito come più importante, anche se non dovesse aprire bocca durante tutta la durata dell’incontro.

E proprio a proposito di come veniamo percepiti davanti alle persone ricorda sempre che stare in una posizione curva mette in una posizione di inferiorità e mina il nostro senso di sicurezza rispetto all’interlocutore. Lasciate invece che l’energia fluisca in modo paritario da uno all’altro senza conferirgli particolare potere.

ALLENARE L’INTELLIGENZA CORPOREA

Un trucco per allenare la nostra intelligenza corporea è quello di riequilibrare l’emisfero sinistro, quello che governa la nostra parte razionale, e l’emisfero destro, che governa le emozioni. In che modo? Utilizzando più spesso la mano sinistra – o la destra se sei mancina – in modo da stimolare il cervello ad un interscambio naturale tra i due emisferi.

Un ultimo suggerimento basato sull’intelligenza corporea, utile per governare al meglio situazioni che possono crearci disagio, è quello di provare – o far provare – delle emozioni poco prima di prendere una decisione.

Ad esempio provare disgusto, rabbia, sentire un cattivo odore, far sollevare un peso o sentire freddo avranno la capacità di far associare i sentimenti appena provati a quell’esperienza pregiudicandone in modo negativo, o positivo, le sensazioni e le decisioni che andremo a prendere a riguardo.

Quindi, se vuoi ottenere risposte affermative o entrare tu stessa in un mood positivo prima di affrontare una situazione, ti basterà riprodurre poco prima una sensazione piacevole e incisiva. Provare per credere!

Related Posts

loto_rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu