Estate in Salento: i 10 posti da non perdere

Quanto sa essere bella l’estate nel sud dell’Italia? Qui il sole è più caldo, la luce è più luminosa, il mare più vicino. Pronti a vivere un’estate in Salento?

Arrivi e ti sembra di essere già a casa, una casa che avevi dimenticato ma che è sempre stata lì, ad aspettarti.

Ci sono posti che affascinano per il loro mare oppure per le città d’arte, altri che sono conosciuti solamente da chi ci vive e altri ancora che vedrai una volta e te ne innamorerai per sempre.

Quando ripenso all’estate in Salento ripenso al MIO Salento, vissuto di cuore e di pancia in una delle estati più calde degli ultimi anni.

Ripenso ai chilometri fatti a piedi per raggiungere le spiagge più nascoste, ripenso agli autobus presi per vedere ogni giorno un posto nuovo e, infine, non posso che ripensare alla bellezza della semplicità. Quella semplicità che ti viene incontro e ti abbaglia come i muri bianchi delle case di Gallipoli sotto al sole di mezzogiorno, come le sfumature infinite di azzurro dell’acqua di Otranto in un pomeriggio di agosto.

L’estate in Salento è passione, come quella per la ballata durante le improvvisate di tango nelle piazze del centro storico di Lecce, come quella per la colazione fatta di pasticciotto ripieno di crema alle 10 del mattino, come le uscite in barca a vela lungo la costa di Porto Selvaggio.

Per me la Puglia è amore e, se state organizzando la vostra vacanza proprio qui, vi dico le 10 cose da non perdere se visitate il Salento:

Il centro storico di Lecce

Lecce, con i suoi edifici in stile barocco che ti accolgono come in un elegante salotto a cielo aperto, è il fulcro del Salento. 

Oltrepassate una delle porte che racchiudono la città vecchia e vi ritroverete in un mondo romantico, antico e magico.

Di giorno potete visitare il centro storico in bicicletta pedalando sotto il sole cocente tra le vie strette e fermarvi per il tipico caffè in ghiaccio con latte di mandorla.

Ma la vera anima della città si riconosce soprattutto di sera, quando aprono ristoranti, locali, pub e tutti escono a bere o a fare uno spuntino sotto le stelle.

Imperdibili i concerti estivi nell’anfiteatro romano di Piazza Sant’Oronzo, una visita al Duomo dalle due facciate, le passeggiate assaggiando i gelati più buoni (con rigorosa aggiunta di panna) e le soste nei wine bar delle vie intorno alla Basilica di Santa Croce.

Cala Acquaviva di Marittima

Un piccolo gioiello incastonato tra le rocce, un’insenatura dove poter respirare aria di Grecia (infatti qui il mio telefono si è agganciato ad un operatore ellenico). L’acqua è fresca anche d’estate e, nonostante d’estate sia davvero affollata, è un posto incantevole. L’acqua color smeraldo si intravede dall’alto dell’immensa scalinata che domina la caletta.

In inverno non è raro che i gradini si trasformino in una spaventosa cascata che finisce direttamente in mare ma non temete: durante la bella stagione quella gradinata vi servirà per posizionare il vostro telo da mare e correre a tuffarvi da una delle passerelle di roccia naturali.

Santa Cesarea Terme: piscine naturali e centro termale

A pochi chilometri da Acquaviva, Santa Cesarea Terme, è una piccolo paese costruito a strapiombo sul mare caratterizzato da parecchi edifici di ispirazione orientale come Villa Sticchi e Villa Raffaella. I colori dominanti sono il bianco, il blu e il verde smeraldo delle piscine naturali createsi dalle antiche cave di tufo calcareo.

Qui potete pensare anche alla bellezza perché in alcune grotte situate sotto al livello del mare sgorgano acque sulfuree che vengono convogliate in un bellissimo centro termale dove dedicarsi al proprio benessere tra trattamenti e applicazione di fanghi.

Imperdibili il tramonto al Lido Caicco (dove prendere il sole su terrazze collocate proprio sopra l’acqua), una nuotata nelle piscine naturali, una visita alle Grotte Sulfuree per scendere in profondità e scoprire come nascono queste acque magiche.

Pescoluse, le Maldive del Salento

Se cercate distese di spiaggia bianca e finissima questo è il posto giusto per voi: la spiaggia di Pescoluse, località del basso Salento, ricorda le Maldive per i suoi colori e l’acqua limpida. Il fondale è basso per parecchi metri dalla riva e, inutile dirlo, è un vero e proprio paradiso soprattutto per i bambini ( o per i bambini grandi). D’estate è una delle mete più affollate ma, una volta riusciti ad accaparrarsi il proprio ombrellone, non vorrete più venire via.

Imperdibili le albe e i tramonti con la spiaggia quasi deserta e la sabbia che si tinge di rosa: romantico e selvaggio allo stesso tempo.

Gallipoli: il top dell’estate in Salento

Gallipoli, un antico borgo arroccato su una penisola di origine calcarea, mi ha affascinata fin dal primo sguardo con il suo dedalo di vie, le chiese imponenti e il mare di un azzurro immenso che si intravede ad ogni angolo. Lasciatevi trasportare in un’altra epoca, annusate l’aria che sa di salsedine e lasciatevi abbagliare dal sole e dal blu. 

Imperdibile il mercato del pesce con il pescato del giorno e l’aperitivo al tramonto.

Gallipoli è famosa tra i più giovani anche per il Samsara Beach, un locale in stile “beach party” per ballare direttamente sulla spiaggia da mattino a sera, che richiama ogni estate migliaia di ragazzi da tutta Italia: una meta imperdibile e un classico dell’estate in Salento.

I Faraglioni Sant’Andrea

Chi ama la natura più selvaggia non può perdersi i faraglioni di Sant’Andrea in località Melendugno: un cammino a picco sul mare fatto di panorami unici ed emozionanti. In questo tratto la costa rocciosa e frastagliata permette di ammirare questi fenomeni naturali tra i quali ci si può avventurare. Infatti dalla costa, in alcuni punti, si può scendere per un bagno tra le acque cristalline proprio sotto l’arco di uno dei faraglioni più belli, simbolo di questa zona. La passeggiata, che può essere fatta anche a cavallo o in mountain bike è ideale per chi ama il trekking ma anche la fotografia!

La spiaggia di Torre dell’Orso

In questa località c’è una delle spiagge che ho apprezzato di più in tutto il Salento. Sarà per l’azzurro dell’acqua, sarà per il fondale di sabbia bianca oppure per l’aria frizzante e pulita che si respira ma ho letteralmente amato questo tratto di mare, affacciato sulla costa adriatica, e me la sento di consigliarlo tra le spiagge più belle da visitare.

Anche qui, in estate, è piuttosto affollato ma l’esperienza vi ripagherà di qualsiasi sbattimento da ombrellone.

Imperdibile la pineta, che scende dolcemente verso l’acqua, dove dormire all’ombra dopo un bagno di sole cocente.

La Grotta della Poesia

Classificata tra le dieci piscine naturali più belle del mondo, la Grotta della Poesia in località Roca Vecchia, è uno dei posti più gettonati e più fotografati di tutto il Salento.

Amanti dei tuffi e delle fotografie fatevi avanti, possibilmente all’alba o al tramonto perché nelle ore centrali della giornata potrete fare solamente un bagno di folla. 

Purtroppo il turismo di massa sta rovinando in modo spiacevole questo luogo incantevole. Infatti sarebbe opportuno prendere delle misure restrittive come ingressi controllati e orari di visita perché purtroppo, come tutte le bellezze naturali non salvaguardate, questo posto corre il grave rischio di subire grossi danni.

Otranto

La prima cosa che noterete di Otranto sarà il suo imponente Castello Aragonese che, con le sue mura, proteggeva il centro storico della città. Ma è nel vortice di colori, profumi e voci tra i vicoli lastricati che troverete la vera anima di questo borgo, uno tra i più belli d’Italia.

Se siete in cerca di spiagge e bellezze naturali potete raggiungere Baia dei Turchi e tuffarvi nelle sue splendide acque limpide per rinfrescarvi prima di tornare a passeggiare nel centro storico e fare un fantastico aperitivo al tramonto.

Imperdibili la Cattedrale dell’Annunziata, la Chiesa di San Pietro ma soprattutto la cucina salentina: gamberoni, linguine allo scoglio e frittura mista vi dicono qualcosa? Questo è il posto giusto per rifocillarvi!

Santa Maria di Leuca

Se volete provare l’emozione di trovarvi nel punto più a sud della regione Puglia recatevi a Santa Maria di Leuca, incamminatevi sul promontorio che porta alla Basilica e godetevi il panorama. La magia? Qui si incontrano i due mari, Mar Ionio e Mar Adriatico, e in particolari condizioni di luce è possibile vederne la linea netta di separazione. Semplicemente fantastico.

Insomma, non avete che l’imbarazzo della scelta per vivere un’estate in Salento ricca di natura, cultura, benessere ed emozioni. 

Simona

Consulente digitale appassionata di benessere e discipline olistiche con una passione sfrenata per la cultura zen e le arti marziali. Pratica yoga, pilates, mindfullness e vive in simbiosi con la natura che la circonda. Sempre pronta a partire per nuove avventure e conoscere nuove mete da raccontare!

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *